Author Archives: tiade

Ritorno

Rieccomi.
Periodo di stasi, ho rischiato di perdere il dominio ma con un po’ di fatica l’ho recuperato.
Siamo tutti divisi tra lavoro e famiglia lasciando spesso in sospeso le cose che amiamo, amici compresi, e io non faccio eccezione.
Per un po’ si sparisce, e poi, se siamo fortunati, si ritorna.
Lo studio per una corretta costruzione del blog per ora è in sospeso, presa tra mille incombenze, ma non demordo.
Prima o poi torno anche io.
Intanto, se ti va, leggi l’ultimo articolo pubblicato sul sito.
Buona vita a tutti.

Illuminismo

Per chi amasse leggere, per chi amasse l’ermeneutica, sul mio sito ho appena pubblicato il Discorso Preliminare dell’editore, tratto dal Nuovo Dizionario Universale Tecnologico o di Arti e Mestieri, prima traduzione italiana dell’Encyclopedie pubblicata in Francia poco prima della rivoluzione francese.

Un testo chiaramente illuminista che si proponeva la crescita culturale non solo dei dotti ma di “tutte le genti”.

Èun gran lavoraccio copiare testi scritti in una lingua che non ci appartiene più, ma credo che sia “illuminante” leggere la fiducia nelle generazioni future, nell’evoluzione del pensiero, nel progresso non solo tecnologico ma anche mentale.

Non vuole essere solo una curiosità letteraria, ma un invito alla riflessione in un mondo che, a volte, sembra scivolare ancora verso l’oscurantismo.

Sito Tiade

Il mio sito ufficiale è un sito in contina costruzione per ospitare le opere, libri, quadri, racconti sparsi, curiosità, le mie.

In attesa che un certo informatico si decida a darmi attenzione sulle cose che non riesco a fare da sola, mi esercito qui curiosando fra le funzioni.
Mi muovo tra le sezioni come su un campo minato, titubo, come se ogni tasto che pigio potrebbe farmi esplodere il pc sotto mano.
Devo decidermi a costo di rifarmi daccapo. Non mi rassegnno.

Questa settimana mi studio i plugin, che insieme ai cookie, mi fa tanto vassoio di pasticcini. “Salve cara, con il tè gradisci qualche plugin all’amarena o due cookie alla mandorla?”.

Vabbé, alla prossima.